Arredare un piccolo monolocale: alcuni consigli per avere “tutto” in pochi metri quadri

Non tutti hanno a disposizione o desiderano abitazioni di ampie metrature, ma tutti vogliono che la propria casa sia accogliente. Ecco perché, quando si parla di arredamento, i piccoli spazi rappresentano sempre una grande sfida. Quando si arreda un piccolo monolocale è facile commettere degli errori che purtroppo, rapportati alle modeste dimensioni dell’ambiente, hanno conseguenze enormi. Alcuni esempi? Sovraffollare gli ambienti, scegliere mobili poco adatti, non studiare luci e colori… Si tratta di errori comuni, ma tutti facilmente scongiurabili con una buona progettazione degli interni. Ovviamente, il supporto di un professionista è sempre un’ottima soluzione (per altro, da noi la consulenza è gratuita!); tuttavia, in questo articolo troverete alcuni suggerimenti per iniziare a chiarirvi le idee e scoprire come arredare un piccolo monolocale ed avere una casa accogliente anche in pochi metri quadri.

Non necessariamente "casa piccola" corrisponde a "tante rinunce". Per riuscire ad avere tutto ciò che desideriamo in un piccolo monolocale è sufficiente adottare dei piccoli accorgimenti e progettare bene lo spazio disponibile.

Non necessariamente “casa piccola” corrisponde a “tante rinunce”. Per riuscire ad avere tutto ciò che desideriamo in un piccolo monolocale è sufficiente adottare dei piccoli accorgimenti e progettare bene lo spazio disponibile.

I tre imperativi da seguire quando si arreda un piccolo monolocale

Partiamo dalle cose semplici! Ci sono tre imperativi, tre linee guida da seguire mentre si progetta l’arredamento di un piccolo monolocale. L’obiettivo è riuscire a concentrare in uno spazio contenuto tutto ciò che serve, senza rinunciare alla funzionalità, al comfort e all’estetica.

Stabiliamo le nostre priorità

Quando lo spazio è poco, è ovvio che si dovranno fare delle rinunce. Per questo motivo, progettando l’arredamento di un monolocale, è fondamentale stabilire con precisione le nostre priorità, che dipendono dalle nostre specifiche abitudini e dal nostro personale modo di vivere la casa. Molto spesso, infatti, l’ansia di trascurare qualcosa ci fa mettere tutto sullo stesso piano; in questo modo rischiamo di ritrovarci con una casa che “ci sta stretta”, ma non per le sue dimensioni! Siamo persone che amano stare a tavola o invitare ospiti per pranzi e cene? Diamo più spazio alla zona pranzo. Siamo liberi professionisti o comunque portiamo spesso il lavoro a casa? Sarà fondamentale creare una buona area studio. Siamo amanti del divano? Puntiamo a realizzare un soggiorno living comodo e funzionale.

Scegliamo mobili multifunzionali

Stabilita la nostra personale classifica dei desiderata, si passa alla progettazione vera e propria: è il momento di studiare soluzioni per ottimizzare gli spazi. In un monolocale è utile sfruttare arredi trasformabili e multifunzionali, in modo che un elemento sia utile in situazioni e momenti diversi. I produttori di mobili per l’arredo casa negli ultimi anni si sono impegnati nel realizzare prodotti che fossero utili e versatili, ma anche belli; per questo, oggi sul mercato si trovano soluzioni decisamente interessanti e di design. Parliamo di consolle allungabili che diventano tavoli da pranzo, elementi a scomparsa, divani letto, ma anche soluzioni decisamente più avveneristiche, come ad esempio pareti mobili comandate da una app domotiche che permettono di plasmare lo spazio in funzione del suo utilizzo. Questa nel video, ad esempio, è rigorosamente Made In Italy: è firmata da Colombini e fa parte della linea Atom.

Adottiamo uno stile definito e decliniamolo nei diversi “ambienti”

Stavate pensando di “dividere” gli ambienti scegliendo uno stile diverso per ciascuno? Noi ve lo sconsigliamo. In un piccolo monolocale è opportuno scegliere pochi mobili e tutti dello stesso stile. L’uniformità di linee, materiali e colori farà apparire l’ambiente più ordinato e gradevole alla vista, ma soprattutto lo spazio sembrerà più ampio perché i confini dei singoli “ambienti” saranno più sfumati e meno definiti.

E per finire… 8 pillole di saggezza per aiutarvi ad avere tutto nel vostro piccolo monolocale!

A completamento dei tre imperativi di cui abbiamo parlato nel paragrafo precedente, riportiamo otto corollari, otto pillole di saggezza che vi aiuteranno ad ottenere il massimo dal vostro piccolo monolocale… un massimo personalizzato e specifico per le vostre esigenze!

1. Ottimizziamo gli spazi

Questo è il corollario di importanza primaria, perché deve influenzare ogni singola scelta che faremo: siccome lo spazio è poco, va sfruttato il più possibile. Abbiamo due possibilità: approfittare delle altezze – grazie a soppalchi, se le misure lo consentono, o a sistemi per il contenimento di oggetti di uso non quotidiano – o moltiplicare le funzioni dei singoli elementi. Parola d’ordine: aguzzare l’ingegno!

La struttura del letto salvaspazio nella foto è perfettamente integrata alla libreria e nasconde il materasso matrimoniale sempre pronto all’uso.

La struttura del letto salvaspazio nella foto è perfettamente integrata alla libreria e nasconde il materasso matrimoniale sempre pronto all’uso.

2. Studiamo le proporzioni

Quando lo spazio è ridotto, c’è sempre il rischio che le cose sembrino accavallate l’una all’altra. Possiamo contrastare l’effetto-sgabuzzino evitando arredi dall’aspetto massiccio e imponente, preferendo qualcosa di più lineare e “leggero”, più in armonia con le proporzioni dell’ambiente.

3. Apprezziamo le trasparenze

Come diretta conseguenza del punto precedente, ci troviamo a suggerire di apprezzare le trasparenze. Gli elementi in vetro o plexiglass aiutano ad alleggerire visivamente l’arredamento, risultando quasi “invisibili”. Con tavoli, tavolini e mensole trasparenti, l’ambiente apparirà più arioso e luminoso.

4. Consideriamo le mensole

Le abbiamo nominate nel punto precedente: le mensole sono piani di appoggio “liberi” che risultano poco impegnativi a livello visivo e che, essendo sospesi, lasciano piena libertà di utilizzo dello spazio sottostante. Solitamente ospitano libri e oggetti decorativi, ma in un monolocale possono risultare ottimi piani di appoggio per elementi funzionali come telefono, televisore, svuotatasche. Un consiglio: per ospitare i primi, cercate di inserirle negli angoli meno utilizzati della casa: improvvisamente valorizzerete e sfrutterete quello che sarebbe stato uno spazio morto.

5. Preferiamo i colori chiari

I colori scuri fanno apparire qualsiasi ambiente più piccolo di quel che in realtà è. Nel caso di un monolocale di ridotte dimensioni, quindi, non se ne parla proprio! Scegliamo quindi colori chiari e tinte pastello, in modo che l’ambiente sia luminoso e sembri più ampio.

Trasparenze e colori chiari donano luminosità e ariosità allambiente, facendolo sembrare più ampio.

Trasparenze e colori chiari donano luminosità e ariosità allambiente, facendolo sembrare più ampio.

6. Giochiamo con la luce…

I punti bui faranno sembrare la casa più piccola. Per questo motivo è bene studiare un sistema di luci che, tra fonti naturali, lampade sospese, lampade da terra e punti luce vari, crei la giusta illuminazione e valorizzi gli spazi.

7. …e con gli specchi

Anche gli specchi hanno il potere di far sembrare gli spazi più profondi e di conseguenza più ampi! È il caso di valutare la possibilità di inserire qualche specchio – o qualche composizione di specchi – per decorare l’ambiente e creare una strategica illusione ottica.

8. Sfruttiamo al massimo letti e divani

Altezze permettendo, la soluzione ottimale per un monolocale di piccole dimensioni è ovviamente rappresentata dal letto a soppalco. Qualora ciò non sia possibile, ci sono strade alternative per ottimizzare gli spazi. La prima è quella del divano letto: si tratta di un elemento da scegliere con cura perché, visto che verrà utilizzato ogni giorno, deve avere un meccanismo di apertura pratico ma robusto e contemporaneamente deve avere rete e materasso di qualità per garantire un sano riposo (lo stesso discorso vale ovviamente per la poltrona/letto per gli ospiti). Se invece nel monolocale c’è spazio per un letto “classico”, allora vi suggeriamo di scegliere modelli che prevedano uno spazio contenitivo (contenitore o cassetti) alla base.


Siete pronti per progettare il vostro piccolo monolocale? Venite a trovarci in via Botticelli 104 a Torino: oltre a trovare gli arredi che potrebbero fare al caso vostro potrete usufruire del nostro servizio di progettazione di interni, gratis e senza impegno. Contattateci per maggiori informazioni o per prendere un appuntamento!

Arredare un piccolo monolocale: alcuni consigli per avere “tutto” in pochi metri quadri ultima modifica: 2018-05-18T10:30:04+00:00 da ACLadmin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *