Arredare con il bianco: come valorizzare gli ambienti con il colore non-colore!

“Le mode passano, lo stile è eterno”: questa è una delle citazioni più famose dello stilista Yves Saint Laurent. Le passerelle sono decisamente lontane dal nostro mondo, ma è innegabile che anche nell’arredamento di interni si parli di mode e di stile. La casa arredata in bianco è una delle tendenze dell’ultimo decennio ma, visto che il bianco è una scelta di stile, stando alle parole di Yves Saint Laurent, difficilmente passerà.

Quando il total white diventa protagonista di un ambiente o addirittura dell’intera abitazione, gli spazi diventano luminosi, ariosi ed eleganti. In più, il bianco si presta per diversi stili di arredamento – contemporaneo/minimal, classico, shabby chic – e riesce a soddisfare i gusti più disparati.

Indubbiamente, il bianco si sposa bene con tutto e offre innumerevoli possibilità in fatto di accostamenti; allo stesso tempo, però, nasconde delle piccole insidie che possono rovinare l’effetto desiderato. Per questo motivo abbiamo deciso di raccogliere alcuni suggerimenti utili, perché possiate arredare i vostri spazi con il bianco evitando gli errori più comuni!

Scegliere il bianco come colore per l'arredo presenta numerosi aspetti positivi, ma anche diverse insidie. Basta seguire alcuni accorgimenti per scongiurare i rischi!

Scegliere il bianco come colore per l’arredo presenta numerosi aspetti positivi, ma anche diverse insidie. Basta seguire alcuni accorgimenti per scongiurare i rischi!

Bianco, ma… quale bianco?

Le donne che hanno acquistato un abito da sposa lo sanno perfettamente, ma buona parte della popolazione restante no: non esiste un unico bianco.

Esistono ben undici bianchi secondo Wikipedia e ciascuno di essi è in grado di dare una luce e un effetto diversi all’ambiente.

Tutte le gradazioni di bianco esistenti secondo Wikipedia.

Tutte le gradazioni di bianco esistenti secondo Wikipedia.

Nella cultura comune, comunque, viene applicata una decisa semplificazione e al massimo si riconoscono i bianchi freddi (più vicini al bianco “puro” o tendenti al grigio e all’azzurro) e bianchi caldi (con tonalità più tendenti al giallo, come ad esempio l’avorio o l’antico).

La scelta tra freddo e caldo non deve essere necessariamente esclusiva. Accostare tonalità di bianco diverse può infatti essere un’opzione: otterremo un’atmosfera romantica, molto vintage. Per ottenere un effetto più contemporaneo – il cui imperativo è sempre il famoso less is more – una tonalità unica è la scelta migliore. Inoltre, oltre a tonalità diverse, possiamo accostare anche finiture diverse (laccati, effetti legno, effetti pietra, laccati opachi).

In questa composizione, il laccato lucido bianco delle ante della cucina è accostato al bianco in ecopelle della sedia; il tavolo in olmo scuro, invece, regala un effetto di contrasto di carattere.

In questa composizione, il laccato lucido bianco delle ante della cucina è accostato al bianco in ecopelle della sedia; il tavolo in olmo scuro, invece, regala un effetto di contrasto di carattere.

Total white o… “con moderazione”?

Nell’arredare un ambiente o un intero appartamento, possiamo scegliere il bianco come colore principale o come colore unico.

Nel primo caso inseriremo mobili bianchi in contrasto con altri colori della “struttura”: ad esempio, potremo dipingere una o più pareti per ambiente con colori vivaci o colori scuri, oppure a pavimento potremo creare un caldo contrasto con il legno del parquet o con i molti effetti disponibili con il gres porcellanato.

In un ambiente total white, una parete di un colore vivace dona carattere alla stanza.

In un ambiente total white, una parete di un colore vivace dona carattere alla stanza.

Nel secondo caso, invece, oltre ai mobili saranno bianchi anche pareti, pavimenti e la maggior parte dei complementi di arredo presenti nell’ambiente. In questo caso, il rischio è che la scelta di un colore unico alla lunga possa risultare pesante e addirittura stancare. Per evitare questo inconveniente ci sono due possibilità. La prima consiste nello scegliere un secondo colore che accompagni il bianco; la differenza rispetto al caso precedente è che il secondo colore sarà chiaro, una tinta pastello, naturale o neutra, per conservare l’effetto di eleganza, ariosità e luminosità. La seconda possibilità è inserire uno o più piccoli elementi di colori vivaci: una singola parete, i cuscini del divano e altri piccoli complementi di arredo… Sono tutti elementi facilmente modificabili (la tinteggiatura delle pareti può essere ravvivata facilmente, i complementi tessili sono intercambiabili e così via), che faranno risaltare ancora di più il vostro total white.

Con l'inserimento di elementi di colori naturali o comunque neutri, il bianco viene valorizzato. In questa camera da letto, l'eleganza e la luminosità del bianco sono esaltate dal beige, dal corda e dal tortora.

Con l’inserimento di elementi di colori naturali o comunque neutri, il bianco viene valorizzato. In questa camera da letto, l’eleganza e la luminosità del bianco sono esaltate dal beige, dal corda e dal tortora.

Riassumendo…

Wikipedia spiega che il bianco è un colore ad elevata luminosità ma senza tinta; contiene tutti i colori dello specchio elettromagnetico ed è chiamato anche colore acromatico: per questo l’abbiamo definito “colore non-colore”.

Come abbiamo detto, il bianco rende gli ambienti luminosi perché è il colore che riflette maggiormente la luce naturale; inoltre, come tutti i colori chiari – ma più di tutti gli altri – fa sembrare gli spazi più ampi. Infine, annullando i contrasti e riducendo le frammentazioni a livello visivo, dà una percezione di maggiore ordine.

A fronte di tanti aspetti positivi, però, c’è anche il proverbiale rovescio della medaglia. Purtroppo infatti, se mal studiato, l’arredo bianco può trasformare la casa in un ambiente asettico e impersonale: il cosiddetto “effetto ospedale” (sebbene in realtà di ospedali bianchi non se ne vedano poi così tanti…) è sempre dietro l’angolo. In più, il bianco richiede particolari cure, pulizia e attenzioni: attenzione quindi a non fare una scelta avventata.

Se volete far sembrare i vostri ambienti più ampi e sempre ordinati, il bianco è la soluzione migliore.

Se volete far sembrare i vostri ambienti più ampi e sempre ordinati, il bianco è la soluzione migliore.


Volete arredare una stanza o l’intera casa con il bianco? Venite a trovarci in sede, in via Botticelli 104 a Torino: i nostri consulenti esperti di arredamento di interni vi aiuteranno a progettare e realizzare i vostri ambienti. Contattateci per prendere un appuntamento o per chiedere informazioni: senza impegno!

Arredare con il bianco: come valorizzare gli ambienti con il colore non-colore! ultima modifica: 2018-06-06T10:55:24+00:00 da ACLadmin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *